Benvenuti ai genitori...e ai bambini!

Questo blog nasce dal desiderio di condividere "lievemente" le gioie, le speranze, le sorprese, le favole e i dubbi che... rallegrano e stimolano le scelte quotidiane dei genitori.

mercoledì 4 novembre 2015

Genitori di S. Teresa, i Santi Martin



Una bella commozione essere in Piazza San Pietro durante la  canonizzazione di una coppia di genitori. Uno sente che la santità non è poi così lontana, anche se effettivamente le difficoltà attraversate da Luigi e Zelia Martin sono state tante e di valore eroico in alcuni tratti.

Lei merlettaia, conduceva un laboratorio con operaie che trattava come figlie, lui orologiaio, vicino all'attività della moglie, che aiutava nella gestione e nei contatti lavorativi.

Nove figli, di cui solo cinque sopravvissute e tutte religiose, una figlia morta a 24 anni, Santa e Dottore della Chiesa: "genitori santi che generano santi" dicevano di loro.


Tempo fa parlare di santi era varcare una soglia arcana, forse irraggiungibile  dai comuni cristiani, che dovevano fare i conti con  le  difficoltà quotidiane ad incarnare gli ideali di bontà e di eroicità. Cosa c’era di santo ed eroico in una madre che si dedicava ai figli e al lavoro? O di un padre fedele alla propria famiglia e tenace nell’educare i propri figli?  

Negli anni abbiamo sperimentato nella Chiesa la vicinanza di venerabili e beati sempre più “normali”, e più  sono vissuti in prossimità dei nostri anni, più ci sembra che la santità sia accessibile e accanto alle vite di ciascuno di noi.
E ci siamo  innamorarati di questa vita buona.

Ci piace questa chiesa che esalta le virtù di madri e padri, di gente semplice, che ha saputo fare cose vere, attente agli altri, con umiltà, con le difficoltà e gli ostacoli di sempre. Ma che ha saputo tenere fede alla chiamata alla vita in Dio.

Santa Teresa, Dottore della Chiesa, è cresciuta in quella famiglia, ha respirato amore, affetto, cura, pur perdendo la mamma a 4 anni, e poi seguita con grande dedizione dal padre. Vale la pena conoscere le vicende di questa famiglia particolarissima, dove la coppia ha vissuto un grande amore, con gli occhi e il cuore fissi in Gesù, che tutto valorizza, acquieta, dirime, salva e rende liberi da possesso e da egoismo.
Zelia scriveva al proprio fratello: Io sono sempre felicissima  con Luigi, egli mi rende la vita molto dolce. E' veramente santo io marito. Ne auguro uno come lui  a ogni donna"
E anche Luigi quando le scriveva terminava la lettera con questa frase: "Il tuo marito e vero amico, che ti ama più della vita".
La preghiera insegnata da Zelia alle figlie e che ha accompagnato  Teresa fin da piccola  era semplice e grande nello tesso tempo:
"Mio Dio ti offro il mio cuore, prendilo se vuoi, in modo che nessun altro lo possegga, ma soltanto Tu mio buon Gesù".

C'è speranza che i nostri figli respirino un clima di pace e di serenità  in famiglia, perchè il nostro  sguardo è fisso là dove sta la vera gioia.

Pubblicato da Annamaria Gatti
gatti54@yahoo.it
Ill. Lo stendardo della canonizzazione in Piazza San Pietro il 18 ottobre 2015

1 commento:

  1. Il disegno di Dio su ciascuno di noi è davvero sorprendente. Mi viene questo pensiero ripensando alla vita di questi due santi.
    Ciao
    sinforosa

    RispondiElimina