Benvenuti ai genitori...e ai bambini!

Questo blog nasce dal desiderio di condividere "lievemente" le gioie, le speranze, le sorprese, le favole e i dubbi che... rallegrano e stimolano le scelte quotidiane dei genitori.

giovedì 25 agosto 2011

L'agenda di mamma Silvia.


Silvia gestisce tre adolescenze con notevole disinvoltura, anche se il cammino è arditamente in salita.
Se la incontri, la vedrai estrarre dalla borsa un'agenda sulla quale registra impressioni, brevi commenti, incolla articoli o locandine, foto e bigliettini galeotti dei suoi tre "desperados".
Silvia gestisce queste crescite da sola.
L'altro, il padre, è malato. E deve farsi forte per due, anzi forse per quattro.
Le passioni dei figli non sono le sue, ma spesso li vedi insieme agli eventi sociali, artistici e sportivi.
Insieme.
E già quella commistura di figura genitoriale e gioventù ti pare così insolita.
Mamma Silvia ne è ben cosciente e sono frequenti i momenti di confronto a riguardo.
Lei condivide i suoi traguardi professionali e artistici con i tre.
E a loro non par vero di poter esprimere pareri e così prendono le iniziative più fantasiose per accompagnare quella mamma nel cammino, riconoscendole sempre (...quasi sempre!!!)autorevolezza e accoglienza.
Ma torniamo all'agenda...
"Questo è il mio intimo filo diretto con i tre. Ci scrivo i pensieri e le emozioni, le scoperte e la bellezza della vita, per cui vale la pena sempre ricominciare ogni giorno, anche a costo di sbagliare. L'importante è che stiamo in cord
ata. "

pubblicato da Annamaria
gatti54@yahoo.it
foto: xoomer.virgilio.it




martedì 23 agosto 2011


I figli sono quel che noi siamo,
non quel che diciamo,

ma ciò che facciamo.
Diventano ciò che vedono,
non quel che sentono.


pubblicato da Annamaria
foto di Giovanni

domenica 21 agosto 2011

appunto... emozionante


Condividiamo gli entusiasmi dei giovani presenti e di coloro che hanno seguito la diretta di stanotte. Sosteniamoci nel coraggio educativo.

Dalla pagina www.cittanuova.it:
Una distesa infinita di giovani (due milioni per i media spagnoli) ieri sera all’aerodromo Cuatro Vientos per la veglia di preghiera con Benedetto XVII.
Una notte indimenticabile che pioggia e vento non sono riusciti a rovinare.

...E infine il saluto più bello, quello ai giovani italiani: «questa Veglia rimarrà come un’esperienza indimenticabile della vostra vita. Custodite la fiamma che Dio ha acceso nei vostri cuori in questa notte: fate in modo che non si spenga, alimentatela ogni giorno, condividetela con i vostri coetanei che vivono nel buio e cercano una luce per il loro cammino!».

venerdì 19 agosto 2011

GMG Madrid 2011: fingeremo di non vedere?

Sono 90.000 solo i giovani italiani alla Giornata Mondiale della Gioventù...
Ci saranno andati per qualcosa di grande per cui valeva la pena rinunciare ad altre vacanze, per cui valeva la pena andare a lavorare per pagarsi le spese, insomma...
Quale richiamo è così potente da muovere questo esercito?
Non mi fermo sulle cifre dal resto del mondo, ugualmente significative.
Forse noi adulti sottovalutiamo molto i giovani, relegandoli in ruoli non più loro e ci angustiamo per tutto ciò che li vede protagonisti tristi della vita quotidiana...
Ma più si sottolinea il positivo, più si aiuta questo futuro a realizzare i valori a cui i giovani stessi sono così sensibili: questa la scuola di vita di questi giorni, per chi ha l'entusiasmo e la pazienza di seguire le dirette dalla Spagna.
Un grazie a tutti coloro che hanno lavorato (e molto!!!) perchè Madrid sia resa possibile anche ai nostri generosi ragazzi.
Ai giovani il messaggio più forte di Benedetto XVI: nessuno vi tolga la pace, non vergognatevi del Signore.
... e "sembrava" che anche Karol fosse proprio lì con i "suoi" ragazzi...
Pubblicato da Annamaria Gatti
gatti54@yahoo.it
foto: fonte Città Nuova




martedì 16 agosto 2011

Nonna in vacanza

Oggi sono particolarmente felice perchè sono una nonna e anche una bisnonna in vacanza! Mi piace il sole e guardo le montagne così verdi dietro di me. La cima del Monte Bianco, non tanto lontana, mi ricorda quanto è vicino anche il cielo.
Tutte le tristezze se le porta via questa brezza leggera, che al mattino è frizzante.
Stare con tante persone attente e divertenti mi apre il cuore e mi rasserena, anche se mi manca mio marito. Capire, ascoltare, salutare, parlare con tutti, anche i figli o i nipoti, mi rende molto felice, vorrei dare a loro tutto l'affetto di cui sono capace.
Mi piace rendermi disponibile alla mia famiglia, rendermi utile: è un grande dono per loro e per me! Mi dicono sempre che noi nonni siamo un grande tesoro. Credo sia proprio vero!
Vorrei che tanti nonni possano trascorrere giorni belli vicino ai loro figli e nipoti.
E che tanti figli possano ringraziare di avere o di avere avuto dei bravi genitori e dei bravi nonni.
Viva la famiglia!

Nonna Marcella.
pubblicato da Annamaria Gatti
gatti54@yahoo.it
foto di Walter: nonna Marcella



giovedì 11 agosto 2011

LINEE GUIDA PER IL DIRITTO ALLO STUDIO DEGLI ALUNNI E DEGLI STUDENTI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO ...DECRETO MINISTERIALE 12 LUGLIO 2011


Molti genitori, bambini e studenti sono interessati a queste:

LINEE GUIDA PER IL DIRITTO ALLO STUDIO DEGLI ALUNNI E DEGLI STUDENTI CON DSA

Premessa

La legge 8 ottobre 2010, n. 170, riconosce la dislessia, la disortografia, la disgrafia e la

discalculia come Disturbi Specifici di Apprendimento (DSA), assegnando al sistema nazionale di

istruzione e agli atenei il compito di individuare le forme didattiche e le modalità di valutazione più

adeguate affinché alunni e studenti con DSA possano raggiungere il successo formativo.

Per la peculiarità dei Disturbi Specifici di Apprendimento, la Legge apre, in via generale, un

ulteriore canale di tutela del diritto allo studio, rivolto specificamente agli alunni con DSA, diverso

da quello previsto dalla legge 104/1992. Infatti, il tipo di intervento per l’esercizio del diritto allo

studio previsto dalla Legge si focalizza sulla didattica individualizzata e personalizzata, sugli

strumenti compensativi, sulle misure dispensative e su adeguate forme di verifica e valutazione.

A questo riguardo, la promulgazione della legge 170/2010 riporta in primo piano un

importante fronte di riflessione culturale e professionale su ciò che oggi significa svolgere la

funzione docente. Le Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito

scolastico sollecitano ancora una volta la scuola - nel contesto di flessibilità e di autonomia avviato

dalla legge 59/99 – a porre al centro delle proprie attività e della propria cura la persona, sulla base

dei principi sanciti dalla legge 53/2003 e dai successivi decreti applicativi: “La definizione e la

realizzazione delle strategie educative e didattiche devono sempre tener conto della singolarità e

complessità di ogni persona, della sua articolata identità, delle sue aspirazioni, capacità e delle sue

fragilità, nelle varie fasi di sviluppo e di formazione. “

In tale contesto, si inserisce la legge 170/2010, rivolta ad alunni che necessitano, oltre ai

prioritari interventi di didattica individualizzata e personalizzata, anche di specifici strumenti e

misure che derogano da alcune prestazioni richieste dalla scuola. Per consentire, pertanto, agli

alunni con DSA di raggiungere gli obiettivi di apprendimento, devono essere riarticolate le modalità

didattiche e le strategie di insegnamento sulla base dei bisogni educativi specifici, in tutti gli ordini

e gradi di scuola.

Le Linee guida presentano alcune indicazioni, elaborate sulla base delle più recenti

conoscenze scientifiche, per realizzare interventi didattici individualizzati e personalizzati, nonché

per utilizzare gli strumenti compensativi e per applicare le misure dispensative. Esse indicano il

livello essenziale delle prestazioni richieste alle istituzioni scolastiche e agli atenei per garantire il

diritto allo studio degli alunni e degli studenti con DSA.

Il documento presenta la descrizione dei Disturbi Specifici di Apprendimento, amplia alcuni

concetti pedagogico-didattici ad essi connessi e illustra le modalità di valutazione per il diritto allo

studio degli alunni e degli studenti con DSA nelle istituzioni scolastiche e negli atenei. Un capitolo

è poi dedicato ai compiti e ai ruoli assunti dai diversi soggetti coinvolti nel processo di inclusione

degli alunni e degli studenti con DSA: uffici scolastici regionali, istituzioni scolastiche (dirigenti,

docenti, alunni e studenti), famiglie, atenei. L’ultimo, è dedicato alla formazione.

Sul sito internet del MIUR, presso l’indirizzo web http://www.istruzione.it/web/istruzione/dsa,

è possibile visionare schede di approfondimento, costantemente aggiornate, relative alla dislessia,

alla disortografia e disgrafia, alla discalculia, alla documentazione degli interventi didattici attivati

dalla scuola (come per esempio il Piano Didattico Personalizzato) e alle varie questioni inerenti i

DSA che si porranno con l’evolvere della ricerca scientifica.

Publicato da Annamaria Gatti

foto: scrivere vivere.jpg

mercoledì 3 agosto 2011

Piccolo regalo per i bambini e non solo!

Una piccola perla,
anche da ascoltare!

http://www.youtube.com/watch?v=g_oQYZ2bez0&feature=player_embedded

lunedì 1 agosto 2011

Confido nella gentilezza


Loredana Frescura condivide la pubblicazione di un prezioso:
" Confido nella gentilezza che è anche gratitudine nelle parole,
confido nell'amicizia degli alberi e dei fiori;
confido nel linguaggio schietto che non si diminuisce nella volgarità;
confido nella diversità della similitudine;
confido nella fiducia che si dà a cuore aperto e sincero.
Confido nella dolcezza e nella tenerezza di chi ama con fiducia.
Confido in un'umanità che deve soppiantare la disumanità."
Aggiunge Loredana Frescura, "...è quello che penso e che cerco di vivere e di far vivere ai miei figli tramite "il vivere" di ogni giorno. Non facile spesso né per me, né per loro".

Pubblicato da Annamaria
foto da windowweb.it