Benvenuti ai genitori...e ai bambini!

Questo blog nasce dal desiderio di condividere "lievemente" le gioie, le speranze, le sorprese, le favole e i dubbi che... rallegrano e stimolano le scelte quotidiane dei genitori.

giovedì 19 marzo 2015

NON E' DIFFICILE DIVENTARE PAPA'...ESSERE PADRE, QUESTO E' DIFFICILE
















Viste le numerose visite a questo post di questi giorni, ripropongo e aggiungo il link che ci porta ad un articolo di Città  Nuova  interessante e sincero:
Un pensiero del poeta tedesco Wilhelm Busch, segnalato da Ravasi su Avvenire di ieri, ha attirato la mia attenzione e mi ha catapultato alla prossima festa del papà, inquinata da regalini e regaloni di maniera.
Padri richiamati al proprio ruolo in questi ultimi anni in particolare, assenti o presenti ma comunque padri, con tutti i limiti umani (grazie al cielo!) e con tutta la responsabilità educativa, ma che dico! esistenziale, in una società dove la confusione delle figure genitoriali, spesso spiazza i bambini e le bambine. E crea disagi che a lungo andare sappiamo andranno ad incidere sulla loro vita presente e futura, sul grado di autostima e di capacità di dono di sè, sulla realizzazione personale e sociale, sul loro cammino e sui rapporti che essi stessi costruiranno con i loro figli. Allora armiamoci di coraggio, cari papà e mamme, e ciascuno lavori perchè la figura dell'altro sia percepita e vissuta correttamente e con generosità dai propri figli: a garanzia del bene comune di quella famiglia, di quei bambini, di questi benedetti genitori. Benedetti davvero!
Garantite questa esperienza a tutti i bambini, non gettate la vostra famiglia in pasto alle separazioni facili, ma cercate ove possibilel'unità a tutti costi. Perchè una famiglia è un luogo speciale, unico e, pur con tutti i limiti, il luogo della vita, lo specchio degli affetti e delle sicurezze, delle radici che assicurano al terreno l'albero, ma che lo slanciano verso il futuro, verso il cielo. Serve un atto di coraggio e buona volontà. Confronto, aiuto, caparbietà, fantasia e speranza.A mio padre, un grande padre,  un grazie sommesso e sincero.
http://www.cittanuova.it/c/445419/L_importanza_di_essere_padre.html

Pubblicato da Annamaria Gatti
foto mybrianza.it

sabato 14 marzo 2015

FIDATI, E' PRIMAVERA!


di  Annamaria Gatti
Illustrazione di Eleonora Moretti
fonte: Città Nuova 
L'inverno era stato buio e freddo e ora qualche sprazzo di luce e qualche raggio di sole aveva scaldato la tana di Fulva. La volpe non era molto convinta di quel cambiamento climatico ma decise e si avviò verso l'esterno, con cautela.
Eccoti qui finalmente!” gli urlò nelle orecchie lupo Giuliano.
Ehi abbassa il tono, lupo! Non mi convinco tanto facilmente che i tempi siano cambiati, io non sono facilona come te!” sussurrò Fulva, la volpe.
Beh, dipende” aggiunse lupo Giuliano “tu non sei superficiale, ma io ho deciso che mi devo fidare degli altri e anche del tempo. Io credo che ora la primavera sia alle porte per tutti noi!”
Abbiamo avuto un inverno così difficile, lupo Giuliano!”
Già, ma nel momento più drammatico, sai cosa è accaduto!”
L'uomo ti ha aiutato, lo so! Stavi morendo.”
Già, anche tu sei stata una buona amica!”
Dovere, dovere... ci si aiuta fra animali! E chissà perchè l'uomo ti ha soccorso...”
Lupo Giuliano era già saltato al di là delle felci del bosco.
Fulva, agile e guardinga, si era buttata all'inseguimento dell'amico.
Quando furono nell'ampio prato che delimita il bosco, lupo Giuliano si fermò, fiutando l'aria.
Poco discosto c'era lui... l'uomo, in compagnia di altri uomini. Sistemavano tronchi e rami.
E' lui vero?” chiese Fulva.
E' lui, ma non mi vedrà, non si accorgerà di me. Io solo posso sentire l'odore dell'uomo che mi ha salvato la vita.” sospirò lupo Giuliano.
Non capisco.” sogghignò Fulva.
Sappi che io ho il compito di vegliare su di lui, ora che sto bene.”
Ah, la nostra legge del bosco, vero?” chiese Fulva dubbiosa.
Sì, amica volpe... e anche qualcosa di più. Fidati Fulva!”
Lupo, hai ragione, è primavera.”



domenica 8 marzo 2015

Educazione alla sessualità. Famiglia e scuola in rete si può.


 Segnalo il link dell'articolo di Avvenire, 8 marzo 2015
 http://www.avvenire.it/Cronaca/Pagine/Educare-alla-sessualit-nasce-la-rete-scuolafamiglia-.aspx

 Dalla recente due giorni "Sapere per educare" tenutasi a Roma   nasce una proposta attivissima e concreta per costruire  percorsi  di educazione alla sessualità condivisi da famiglia e scuola, nel rispetto delle scelte valoriali e della scienza, nel rispetto della psicologia del bambino: una rete tra associazioni genitori, docenti ed educatori.
Il filo e la rete, per esempio, è una pagina scritta bene per il mondo dell'educazione.
Al sito del Forum delle Associazioni Familiari  le informazioni  necessarie per mettersi in  rete
                          http://www.forumfamiglie.org/tema/Filoerete/130
Iscriversi alla news letter poi è un semplice mezzo per tenersi aggiornati e magari  lavorare insieme con supporti autorevoli.
                          http://www.forumfamiglie.org/iscrizione_newsletter.php
Pubblicato da annamaria
foto di Cristina