Benvenuti ai genitori...e ai bambini!

Questo blog nasce dal desiderio di condividere "lievemente" le gioie, le speranze, le sorprese, le favole e i dubbi che... rallegrano e stimolano le scelte quotidiane dei genitori.

mercoledì 6 novembre 2013

Capace di stupore.


 
A LEZIONE DI STUPORE
di Annamaria Gatti
fonte: Città Nuova, 25 ottobre 2013

Giornata di scuola nel bosco.

I leprotti guardavano un po’ spazientiti le anatrelle che arrancavano dietro il saggio gufo Saverio.

“Dove andate?” chiese l’orsetto.

“A lezione” rispose serio il gufo.

“E di cosa? Posso venire anch’io?” insistette l’orsetto.

“Vieni e vedrai!” concluse Saverio.

 

Entrarono nel bosco e gli allievi ad un suo cenno si fecero attenti e immobili, con gli occhi chiusi.

Passarono alcuni lunghi minuti fatti di fruscii di foglie e di trilli di uccelli curiosi.

Sembrava possibile ascoltare il battito del cuore di ciascuno!

Il profumo della resina degli abeti e dei pini poi faceva il solletico alle narici allenate.

 

Il  canto goffo  di un urogallo scosse la scolaresca, che spalancò gli occhi e sciolse l’incanto.

“Che spavento!” protestò un leprotto infastidito, “era tutto così bello”.

“Siete stupiti vero? Avete scoperto quanto è abitato il silenzio! Ora guardate!”

 

I raggi del sole si erano tuffati fra i rami creando fasci di luce che ricamavano  la poesia di quel momento, quando il maestro ordinò:

“Attenti! C’è qualcuno che ci spia. Ma non tremate di paura, piuttosto state zitti e all’erta!”

Quando dalle umide felci sbucò un cerbiatto reale, con grandi occhi neri, tutti lo guardarono con ammirazione, eccitati e felici!

“Bene, per oggi basta. La lezione è finita, torniamo alle tane.” Ordinò il gufo, mentre il cerbiatto si accodava alla fila.

“Finita? E cosa abbiamo imparato?” chiese l’orsetto incredulo.

“Avete imparato lo stupore” concluse gufo Saverio.

Tutti fecero un cenno di approvazione, guardando l’orsetto con un po’ di impazienza.

“Dovresti venire a scuola più spesso!” lo consigliò Saverio, guardandolo dritto dritto negli occhi “abbiamo bisogno di te”.
 
foto: marco basile forumfree.it

 

Nessun commento:

Posta un commento