Benvenuti ai genitori...e ai bambini!

Questo blog nasce dal desiderio di condividere "lievemente" le gioie, le speranze, le sorprese, le favole e i dubbi che... rallegrano e stimolano le scelte quotidiane dei genitori.

martedì 29 gennaio 2013

Come sentirsi bene nei panni di padre.


Giuseppe di figli ne ha quattro. E' giovane e i figli vanno dai 9 ai 2 anni.
"E' bello studiare con te
perchè quando studio con te
prendo bei voti"
gli confida il figlioletto più grande.
Che vuol dire: mi piace stare con te,
mi aspetto che tu ti prenda cura di me,
mi dai sicurezza e le cose mi riescono meglio per questo,
raccolgo tutte le forze per andare avanti,
ho davanti a me un modello...
potrò dire a scuola, con orgoglio, che ho studiato con il mio papà!
Giuseppe si commuove dietro la scorza dura e assapora lo stupore. Un'intima gioia lo consola
Non è tempo sprecato quello trascorso con i bambini, è un tempo d'oro.
I nostri figli desiderano questa presenza, che sia discreta, che sia dialogo e condivisione, che sia attenta e complice della loro  crescita così spumeggiante.
...Che trabocchi in un abbraccio.
 
Pubblicato da Annamaria
gatti54@yahoo.it
foto da Vitatrentina
 

3 commenti:

  1. E' proprio questo che ho provato io! Grazie.
    Giuseppe

    RispondiElimina
  2. E' proprio vero che i bambini desiderano punti fermi che diano loro sicurezza.
    bell'articolo
    sinforosa castoro
    La invito a visitare il mio blog chiedendole anche un suo parere di professionista dell'educazione e delle dinamiche psicologiche dei bambini.
    grazie
    http://sinforosacastoro.blogspot.com

    RispondiElimina
  3. Lo farò volentieri e le risponderò. MI contatti alla mail: gatti54@yahoo.it
    Buon viaggio!
    Annamaria

    RispondiElimina