Benvenuti ai genitori...e ai bambini!

Questo blog nasce dal desiderio di condividere "lievemente" le gioie, le speranze, le sorprese, le favole e i dubbi che... rallegrano e stimolano le scelte quotidiane dei genitori.

sabato 5 settembre 2015

Genitori, scuola e gender

 



Lo studio della complessa problematica (teoria gender nella scuola?)  che  preoccupa i genitori, prosegue in diversi ambiti e mi riservo di sintetizzare alcune riflessioni, premettendo  che non esistono nel ddl provvedimenti  che introducono esplicitamente  questa teoria nella scuola (le ideologie sono sempre portatrici di involuzione socioculturale!).  
Ma la ricerca del dialogo e dell'approfondimento delle problematiche emergenti sono doverosi.
Utile la consultazione di alcuni strumenti già segnalati in questo blog dal giugno scorso e altri a  questo link, http://www.cittanuova.it/  dove, scorrendo, a destra,  è possibile trovare materiale utile di riflessione: Famiglia gender e dintorni.
Anche la diocesi di Padova si è espressa in merito, con una comunicazione di aggiornamento. che trovate a questo link: http://www.ilsussidiario.net/News/Cronaca/2015/8/24/IDEOLOGIA-DEL-GENDER-La-diocesi-di-Padova-inutili-allarmismi-il-documento-ufficiale/633471/

Non è semplice lavorare in questo ambito con equilibrio e competenza, ma è buona cosa porre molta attenzione ai  percorsi che i  figli intraprendono presso la scuola, coltivando, in qualità di genitori, la partecipazione, la corresponsabilità, la fiducia reciproca e la collaborazione con i docenti.

Messaggi allarmati, alcuni  dei quali riportano fatti avvenuti,   giungono da più parti anche dall'estero e vanno valutati. Non si può negare che le interpretazioni delle raccomandazioni OMS sull'educazione sessuale possano dare adito a percorsi inadeguati, se proposti da enti  non idonei.
Certo l'argomento apre una serie di interazioni complesse con varie problematiche che riguardano la  sfera affettiva e sessuale. 

Ignorare che occorra dare una salda  educazione sociale,  all'affettività e alla sessualità in famiglia e  in collaborazione con la scuola, significa crescere persone immature e fragili. 
Riaffermare la sovranità del ruolo genitoriale nella formazione dei figli, è naturale, nel rispetto dei diritti del bambino.

Si registrano ansia e confusione, sia presso le famiglie, sia presso alcune agenzie interessate, che meritano di essere condivise e chiarite.  E' un lavoro difficile, che richiede lungimiranza, coraggio e fedeltà ai valori trasversali della società.
E' in gioco la crescita di alcune generazioni e nostro compito è lavorare perchè i bambini e i ragazzi possano crescere sereni, in un clima costruttivo e rispettoso di tutti.

Se queste preoccupazioni incentivano  la cura e la maggiore condivisione dei cammini educativi ben venga!  La scuola da parte sua è depositaria di un grande e bellissimo compito, quello di formare persone serene e competenti, e collabora (auspicabile sempre e dovunque)  volentieri con genitori interessati e portatori di valori di alto livello umano, etico e sociale. Non è compito facile quello di creare un ambiente dialogante e collaborante con le agenzie educative, ma certamente è uno dei compiti essenziali, anche e soprattutto  in termini formativi e  preventivi del disagio sociale.

pubblicato da Annamaria Gatti
gatti54@yahoo.it
foto: cronachemaceratesi.it

2 commenti:

  1. Grazie per le informazioni. Ho preso anche i vostri link per il post di oggi. A risentirci
    sinforosa

    RispondiElimina
  2. Scrive mamma Paola di Padova:
    Grazie degli stimoli e dei link! Su temi così importanti ci vuole coraggio per dialogare con onestà e sincerità;
    evitando schieramenti ideologici fino ad ammettere dubbi e riserve ...


    RispondiElimina