Benvenuti ai genitori...e ai bambini!

Questo blog nasce dal desiderio di condividere "lievemente" le gioie, le speranze, le sorprese, le favole e i dubbi che... rallegrano e stimolano le scelte quotidiane dei genitori.

martedì 4 agosto 2015

Noi, i bambini e le buone notizie. Scriveteci, le pubblicheremo.


Dedico questo post a Paola di Padova,  lettrice generosa e molto attenta, che ringrazio per i suggerimenti e che saluto con una caro virtuale abbraccio a lei e ai suoi tre magnifici bambini!
 Una buona notizia?
Vediamola insieme a loro, i bambini.
Le notizie difficili, tristi, quelle che non vorremmo sentire e invece riempiono i video la sera, momento magico e intrigante per riannodare vissuti, idee, sofferenze e dubbi in famiglia, quelle notizie richiedono un cuore maturo per ascoltarle e capirle e deporle nell'esperienza propria e del mondo.
La buona notizia? Quale, non ne vengono mai date, ci diciamo.
Se le notizie non cercano noi, saremo noi a cercare loro. Basta saperle vedere.
Non serve grande fatica. Sono lì, dentro casa, sul pianerottolo, dal panettiere, sull'autobus, nei mille incontri di un giorno.
E' la vincita di una medaglia d'oro ai giochi cittadini di un nostro compagno disabile...
E' la nascita del figlio della maestra Clara.
E' la nonna che racconta una gentilezza ricevuta.
E' la vicina che si ferma per chiederti come stai.
E' l'amico che capisci ha bisogno di te.
E' raccogliere la lattina abbandonata e buttare la carta della focaccia nel cestino apposito.
E' anticipare un bisogno della mamma o del papà.
E' farsi la doccia senza brontolare.
E' rinunciare al nuovo gioco per il tuo fratellino a distanza.
E' svolgere i compiti delle vacanze (benedetti) senza troppi tentennamenti.
E' sbrogliarsela da solo senza chiamare mammapapàcorrete...
E' l'aiuto dato senza chiedere nulla in cambio
E' il colore del cielo oggi dopo il temporale che non ha fatto danni, menomale.
E' la gente che si fa viva e presente se hai un dolore.
E' la gentilezza dell'addetto alle prenotazioni ospedaliere.
E'  giocare e scoprire che la tua sorellina ha imparato una nuova parola da te.
E' sapere che il nonno è guarito perchè i medici sono stati bravi.
E' sapere che quell'uomo ha salvato un bambino...
E' scoprire che Cenerentola è stata premiata per la sua tenacia e bontà....
E' scoprire che il mio plumbago (pianticella della foto) è sopravvissuto alla siccità ed è di nuovo fiorito.....
Giochiamo alla buona notizia?
Scriveteci, raccontateci le vostre buone notizie!
Pubblicato da annamaria gatti
gatti54@yahoo.it
foto di annamaria

4 commenti:

  1. A questo proposito, ho appena inventato una fiabettina dal titolo Vale e le giostre. Mi sembrava doveroso rendere omaggio a una coppia che da venticinque anni sta insieme. Sposata e con due figli meravigliosi, la lettrice, in un commento a un mio post (l'amore, adesso), mi raccontava che aveva conosciuto colui che poi è diventato suoi marito ben 25 anni fa. Evviva la famiglia.
    Grazie per l'attenzione
    sinforosa castoro

    RispondiElimina
  2. Grazie di questa buonissima notizia, intanto pubblico e poi facciamo un post che ci racconti di questa ricerca... Ma se vuoi posso pubblicare la tua storia: che dici?
    Annamaria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Annamaria, che bella notizia e sorpresa !!! Ti ringrazio di questa dedica affettuosa, con tanto di abbraccio virtuale !
      Ecco la mia bella notizia !
      Il mio terzo bimbo (che ha poco più di un anno) ha iniziato da alcuni giorni a dormire tutta la notte, senza alcun risveglio !
      Questa novità mi ha fatto ri-gustare il riposo non interrotto della notte, un'esperienza che si rischia di dare per scontato...Come quando prendi una malattia e poi guarisci e allora ti accorci di quanto bello sia "stare bene".
      Con questa bella e personale notizia, approfitto per salutare e incoraggiare tante mamme affaticate: con il tempo e le cure ogni bimbo troverà il proprio naturale equilibrio, non perdiamo mai la fiducia nella capacità di "crescita" dei nostri figli !

      Grazie Annamaria di questi stimoli !

      Elimina
    2. Ma certo, pubblicatela pure, è una semplice storiella, che fra l'altro Valeria ha gradito immensamente e che io la "sfrutterò" a scuola.
      Grazie mille a voi
      sinfororsa

      Elimina