Benvenuti ai genitori...e ai bambini!

Questo blog nasce dal desiderio di condividere "lievemente" le gioie, le speranze, le sorprese, le favole e i dubbi che... rallegrano e stimolano le scelte quotidiane dei genitori.

sabato 15 ottobre 2011

Finalmente ancora una favola!

LA "U" DI ULLALLA'
dal periodico " Città Nuova"
storia di Annamaria Gatti
Illust. di Eleonora Moretti
Illustrazione di Eleonora Moretti













C'era una volta un stanza grande grande.

Era un'aula dove i bambini imparano a leggere e

a scrivere quando frequentano la prima classe.

Alle pareti i maestri (o forse le maestre?) avevano appeso

in bella vista grandi quadri con le vocali e le figure

degli animali perchè poi avrebbero insegnato:

O di ORSO

A di APE

U di UPUPA

E di ELEFANTE

I di ISTRICE

“Oh bella!” esclamò l'orso saltando giù sulle mattonelle

rosse “ogni anno la stessa storia,

sono un orso stufo!”

“Già... mai che pensino a qualche

altro insetto o un

altro mammifero, sempre noi appesi qua

ad insegnare” ronzò A di ape.

“Mio cognato, per esempio” sospirò l'istrice

“verrebbe volentieri a fare...

la lettera vocale a scuola!”

“Oh! Se è per quello anche l'ornitorinco

mi ha chiesto di curiosare

un po' cosa succede a fare l'animale

dell'alfabeto, vuoi mettere

come spalancherebbero la bocca i bambini

quando la maestra direbbe:

“SCRIVETE LA OOOOOO

DI ORNITORINCO!”

“Avanti in groppa!” ordinò l'elefante.

“Andiamo a prenderci dei supplenti

per l'alfabetiere!”

E tutti gli salirono in groppa e quando tornarono in aula...

L'orso appiccicò sul cartellone l'ornitorinco.

L'ape chiamò l'alce maestoso,

che fece la sua bella figura,

anche se faticò un poco a entrare nel

rettangolo della A.

L'istrice incastrò per benino il cognato

ippopotamo, non senza qualche difficoltà.

L'elefante con un barrito ci incollò

un elegantissimo ermellino,

incontrato per caso, che sussurrò:

“La scuola mi si addice, io sono

un ermellino molto istruito!”

L'upupa fischiò e scovò un Ullallà volontario,

che si appollaiò,

pieno di buone intenzioni e con una gran voglia

di scherzare, sul cartellone.

“ UUUU di ULLALLA' ”

proclamò, il giorno dopo, un maestro un po' sospettoso.

E tutti i bambini scoppiarono in una risata, con applauso.

Anche i bambini stranieri capirono la cosa

e si divertirono molto.

E l'orso, l'elefante, l'ape, l'istrice e l'upupa

andarono a farsi una vacanza

dall'altra parte del mondo, una vacanza lunga...

tutto un anno scolastico.

Non so se torneranno... Mah?



Scommetto che nessuno sa cos'è un ULLALLA',
ma forse qualche bambino.... SI'!!!

firmato: Annamaria



1 commento:

  1. Filippo ha portato la tua favola molto divertente a scuola e in classe hanno provato a individuare l'Ullallà della storia.
    Secondo i 22 bambini di seconda l'Ullallà è un uccello dell'età dei dinosauri e hanno provato a disegnarlo, secondo altri è un cavallo con le ali che vince tutti, anche le maestre.
    Secondo delle bambine l'Ullallà assomiglia al direttore della scuola, però forse potrebbe essere un animale femmina e allora potrebbe essere una farfalla.
    Per due bambine non esiste e tu sei una racconta-favole molto ingegnosa, che fa ridere.
    Scegliete voi la risposta più bella!
    Grazie per la storia.
    Livia e Filippo

    RispondiElimina