Benvenuti ai genitori...e ai bambini!

Questo blog nasce dal desiderio di condividere "lievemente" le gioie, le speranze, le sorprese, le favole e i dubbi che... rallegrano e stimolano le scelte quotidiane dei genitori.

domenica 15 agosto 2010

ACCOGLIENZA ADOZIONE 1


STUDIO LEGALE ASSOCIATO

STUDIO LEGALE ASSOCIATO

NICOLO' NOSTRO: LA DECISIONE

La signora Barbara si racconta per condividere sul blog con altri genitori, alcuni momenti tenerissimi e cruciali del cammino dell'adozione. Ci scrive:

Con questo nostro piccolo contributo speriamo di essere di aiuto anche per quelle coppie (che sappiamo purtroppo essere tante) che di fronte ai tanti problemi che si trovano strada facendo nel percorso dell’adozione, hanno deciso di “mollare”. E’ dura, lo sappiamo, ma e’ anche vero che per avere bisogna dare….. E poi, visti i risultati……

"Per raccontare la nostra storia, ho pero’ bisogno di andare un po’ indietro nel tempo...

...Un giorno (eravamo gia’ nel 2003) accadde dentro di me qualcosa che non so descrivere, mi stavo sottoponendo all’ennesima fecondazione, ero in ufficio e, lavorando in uno studio legale, mi collegai al sito del Tribunale dei Minori di Venezia, e cercai tutto cio’ che riguardava le adozioni.

Alla sera tornai a casa con il ricorso preparato in tutte le sue parti. Senza anticipare nulla lo sottoposi a mio marito dicendogli di leggere una cosa interessante…. che avevo trovato. Lui perplesso guardo’ il foglio dopodiche’ guardo’ me e con le lacrime mi disse: “Sei sicura?”.Lo abbracciai piangendo e gli dissi che mai in vita mia ero stata così sicura di qualcosa.

Inizio’ così la straordinaria, devastante, avventurosa strada che ci porto’ a NICOLO’.

Tutto l’iter non ebbe alcun intoppo ne’ con i servizi sociali con cui facemmo il cammino, ne’ con il Giudice del Tribunale dei Minori; in quattro mesi ottenemmo l’idoneita’. Comincio’ poi la ricerca dell’Associazione. In quei mesi ne valutammo parecchie, ci recammo agli incontri, ci trovammo a contatto con un’infinita’ di coppie che desideravano un figlio, alcune anche in maniera maniacale, avemmo colloqui con i responsabili, ma alla fine decidemmo l’associazione che faceva per noi...

Affidammo l’incarico nell’ottobre 2004... Ci anticiparono subito che la lista d’attesa era “piena” e avremmo dovuto attendere almeno un anno per la predisposizione dei documenti da inviare nel paese dell'est prescelto. Da parte nostra non ci fu alcun problema, desideravamo t antissimo avere un figlio da amare, ritenevamo di avere molto da dare, ma non avevamo quella necessita’ morbosa di tutto e subito. La nostra coppia in quel periodo si rinforzo’ tantissimo, vivevamo l’attesa con gioia ed ogni volta che vedevamo dei bambini discutevamo sempre sul fatto di come sarebbe stato il nostro. Finalmente nel settembre 2005 l’Associazione ci chiamo’ perche’ era arrivato il nostro turno. Quante corse per ottenere i documenti necessari da spedire, che sono tanti e con le richieste piu’ imprevedibili e soprattutto, dopo la lunga attesa, sono richiesti oggi per ieri!!!! Ci riuscimmo, dopo mille corse tra Venezia, Vicenza e non so dove...Adesso bastava solo aspettare che la “gravidanza” avesse un esito positivo. Il 7 febbraio 2006 ricevetti una telefonata dall’Associazionee ritenendo che chiedessero ulteriori documenti, risposi in tutta allegria. La signorina al telefono mi disse subito “C’e’ l’abbinamento , la settimana prossima partite”. Mi sentii svenire, ero in ufficio, da sola, mio marito era ad un convegno e non potevo parlare con nessuno, mi misi a sedere e chiesi conferma di aver capito bene. Piangevo di gioia, la signorina sorrideva e confermava il tutto. Ero al settimo cielo, saremmo diventati genitori, adesso veniva il compito piu’ difficile, imparare a farlo….

Quando riuscii a parlare con mio marito gli dissi solamente “Stai per diventare papa’”. Lo sentii piangere e non ci fu bisogno di aggiungere altro. La valigia venne preparata in un attimo, i passaporti pure..."

Li aspettavano parecchie peripezie... ma il desiderio di dare affetto e accoglienza ad un bambino, altro da sè e atteso era più forte di qualsiasi sacrificio.


Pubblicato da Annamaria Gatti

foto di Annamaria

Nessun commento:

Posta un commento