Benvenuti ai genitori...e ai bambini!

Questo blog nasce dal desiderio di condividere "lievemente" le gioie, le speranze, le sorprese, le favole e i dubbi che... rallegrano e stimolano le scelte quotidiane dei genitori.

martedì 10 maggio 2016

Maria, una di noi.

 
Gesù, Maria e Giuseppe: vicini a  noi.
di Annamaria Gatti
Copertina del libro Una mamma di Galileadal  libro: Una mamma di Galilea. Il rosario narrato ai bambini.
ed. Effatà
Giotto, Cappella degli Scrovegni, Padova La presentazione.

Giuseppe aveva indossato il mantello nuovo. Maria era affacendata intorno al Bambino.
“Fermo Gesù, devo metterti la veste nuova, oggi è un giorno importante, andiamo al tempio a presentarti al Signore”.
Ma il piccolino sgambettava e si dibatteva festoso: era il suo modo di partecipare alla gioia.
“Ma, ma , ma...pa, pa, pa...brrrrr...”parlottava a modo suo.
“E tu,Giuseppe, hai preso con te le due colombe da portare al tempio?”
“Stavo quasi per dimenticarmene, eccole qui...” sospirò Giuseppe prendendo la gabbietta di legno e mostrandole a Gesù.
Gesù lanciò un altro gridolino e le bianche colombe chinarono il capo davanti al figlio di Dio Bambino.
Partirono e quando giunsero a Gerusalemme i rumori, i suoni e le voci non erano quelle di casa. Gesù si fece serio e quieto e così lo vide  Simeone, uomo buono e giusto, che aspettava il Salvatore e che aveva sentito nel cuore un invito  a recarsi nel tempio, proprio quel giorno.
Appena Simeone ebbe fra le braccia Gesù sentì un fremito di gioia, il Bambino lo guardò con affetto intenso e con la manina gli sfiorò la guancia. Allora Simeone lo elevò con le braccia e benedisse Dio dicendo:
“Ora lascia, o Signore, che il tuo servo
vada in pace secondo la tua parola,
perchè i miei occhi hanno visto la tua salvezza,
preparata da te davanti a tutti i popoli,
luce per illuminare le genti e gloria del tuo popolo Israele.”
Giuseppe e Maria abbassarono il capo stupiti e Gesù indicò con una manina a Simeone i suoi genitori e con l'altra il cielo.
Simeone restituì a Maria il Bambino:  il suo viso era luminoso e la sua gioia era grande.



Nessun commento:

Posta un commento