Benvenuti ai genitori...e ai bambini!

Questo blog nasce dal desiderio di condividere "lievemente" le gioie, le speranze, le sorprese, le favole e i dubbi che... rallegrano e stimolano le scelte quotidiane dei genitori.

giovedì 29 maggio 2014

DISLESSICI FELICI... per Fonzie si può.

                       


HANK ZIPZER E LE CASCATE DEL NIAGARA
AUTORE: HENRY WINKLER-LIN OLIVER
TRADUTTORE : SANTE  BANDIRALI
ILLUSTR.  GIULIA ORECCHIA
EDITRICE: UOVONERO


Recensione di Annamaria Gatti
fonte: Città Nuova 25 maggio 2014
UN LIBRO PER
DSILISESIC (DISLESSICI)
FELICI…
UN LIBRO PER TUTTI!

Di un libro possono colpire molti aspetti essenziali: l’abilità di coinvolgimento, la scrittura di qualità, il tema, la struttura narrativa, la presenza di illustrazioni curate e di ottima realizzazione, l’autore già conosciuto e apprezzato, che ti fa ben sperare…
E’ il caso di questo volume interessante,  per alcune semplici ragioni:
  • è avvincente e divertente,
  • propone un’intervista all’autore, che amplia le informazioni sullo scrittore che solitamente appaiono, sintetiche  e generali, in quarta di copertina,
  • dà informazioni efficaci sul tema che fa da sfondo alla vicenda: la dislessia,
  • è un libro ad alta leggibilità, cioè utilizza un font Verdana modificato nelle proporzioni e nella spaziatura, gradito ai ragazzi dislessici e non, non giustificato a destra e privo di suddivisioni sillabiche nelle parole,
  • presenta maggior spaziatura e interlinea superiore al normale…
  • si serve di alcuni suggerimenti forniti dai bambini con disturbi specifici di apprendimento (DSA) di Crema, dove ha sede l’editrice.
  •  Inoltre l’abilità indiscussa di Giulia Orecchia riesce a rendere le  illustrazioni in bianco e nero spassose ed efficaci.
  • Secondario, assolutamente secondario: Henry Winkler è il mitico Fonzie di Happy Days, che “appeso al chiodo il giubbetto di pelle”, fa lo scrittore il regista il produttore, oltre al padre di famiglia.
  • Ma quel che piace di più sottolineare è che è diventato sostenitore e promotore di importanti  iniziative per il benessere dei bambini e degli adolescenti,  meritandosi riconoscimenti, stima e simpatia. I suoi libri intorno alle avventure di Hank, hanno venduto milioni di copie negli Stati Uniti.
  • Inoltre occorre dire che  è un dislessico e Lin Oliver lo affianca nella scrittura.
Ora, Henry Winkler  è identico ad Hank, che a sua volta è proprio la fotocopia di  tanti nostri ragazzini e ragazzine  per cui facciamo il tifo a scuola e nella vita: maldestri con numeri, carta e penna, scrittura e lettura e per questo quasi sempre frustrati e con l’eterna frase ad accompagnare i visitoni dei genitori  “…potrebbe fare di più, ma non ha voglia”… Ma ragazzi simpatici, ricchi di risorse umane  e intellettive, solo a lasciargliele dimostrare con  brillante  intuizione pedagogica e supportati da buon senso e strategie ad hoc! Ora molte cose stanno cambiando, grazie alla sensibilità di tanti e ai provvedimenti legislativi tanto attesi varati in merito ai DSA, ma ancora molto resta da fare nella scuola e nella famiglia.
Hank, il protagonista potrebbe sembrare lo “sfigato” scolastico di turno, inviso a preside e docenti… ma con al seguito un nonno favoloso e una coppia di amici cre-attivi. Assolutamente incapace di scrivere un tema, porterà il suo componimento fisicamente in aula, riproducendo le cascate del Niagara a scuola. Riuscirà poi a trovare un adulto in gamba davvero che gli fornirà la chiave di lettura con la quale aprirà “quella” porta? Sì, e quella giusta.
In fondo questo libro aiuta un approccio controcorrente, onesto e ottimista alla dislessia. Sono parole dell’autore: “Per quanto la scuola possa sembrarvi difficile, questo non ha nulla a che vedere col fatto che siate fantastici.
 In ogni bambino c’è della grandezza, bisogna solo scoprire quale sia il vostro talento. Il mondo ne avrà bisogno
.”
ndr: recensione completa

Nessun commento:

Posta un commento