Benvenuti ai genitori...e ai bambini!

Questo blog nasce dal desiderio di condividere "lievemente" le gioie, le speranze, le sorprese, le favole e i dubbi che... rallegrano e stimolano le scelte quotidiane dei genitori.

mercoledì 16 ottobre 2013

Il seguito di Cenerentola: dare conviene!


Cerenentola (ops!) Cenerentola regala la scarpetta e guarisce
di Annamaria Gatti
fonte: Città Nuova, 10 ottobre 2013

Al di là dell’orizzonte c’è il mondo delle storie. Ora proprio là, vicino al castello della Bella Addormentata, si erge il regale palazzo di Cerenentola, ops! Volevo dire Cenerentola. Il fatto è che questa eroina della scarpetta sta attraversando un brutto momento davvero! Per non si sa quale motivo le parole le escono di bocca storpiate, causando un certo allarmismo fra  reali e popolo.

Qualcuno si diverte pure tantissimo, ma per precauzione le hanno proibito di farsi vedere in giro e un velo è calato sulla sua favola a lieto fine, per evitare figuracce.

Cenerentola, o Cerenentola che dir si voglia, però non è convinta della faccenda.

“Devo trovare il modo per risolvere la cosa, non posso chiamare tafina la fatina, trimagna la matrigna e rosestralle le mie sorellastre. Non è serio, per le scarpette di cristallo! Il crinpice, cioè volevo dire  il principe, mio consorte,  è così demoralizzato! Tutti a  corte non vogliono venire al labbo, al ballo volevo dire… per non vederlo così triste.

Qualcosa non funziona e occorre trovare subito una soluzione.

La fatina sentenzia: “CUOR CONSIGLIA E IL DONO QUALCUN SI PIGLIA!”

Cenerentola ha ben capito e quando la cameriera personale torna a lucidare i pavimenti della camera principesca, Cenerentola la prende in disparte e le consegna un pacchetto infiocchettato: “Prendi qua e quando ti piacerà calzale. Se ti serve un bel vestito dimmelo, ti darò quello che preferisci”.

La ragazza sgrana tanto d’occhi: le famose scarpette sono lì nelle sue mani e la storia come si sarebbe conclusa? Ma Cenerentola scioglie tutti i dubbi: “Fatina, sorellastre, principe e matrigna! (Le parole son tornate!) Prendile, regalare le cose preziose mi aiuta a sentirmi  più felice… Ero troppo preoccupata a conservarle e mi tenevano prigioniera! Ora mi sento più leggera e le parole escono esatte, finalmente”.

E fu così che la simpatica Cerenentola, ops! Cenerentola, visse felice e contenta.

illustr. dal film  di animazione "Cenerentola" di Walt Disney 

Nessun commento:

Posta un commento