Benvenuti ai genitori...e ai bambini!

Questo blog nasce dal desiderio di condividere "lievemente" le gioie, le speranze, le sorprese, le favole e i dubbi che... rallegrano e stimolano le scelte quotidiane dei genitori.

martedì 17 settembre 2013

Primo giorno di scuola da incubo (per le mamme)

di Annamaria Gatti
fonte: Città Nuova, 10 settembre 2013



“Sveglia mamma! Oggi incomincia la scuola...”

Marco si chiede come la mamma possa  essersi dimenticata che  OGGI è il primo giorno di scuola.

Lo sa anche lei  che stamattina si dovrà fare  tutto per bene e  non perdere tempo prezioso!

Dopo tutti quei giorni noiosi a casa, senza nessuno con cui parlare, finalmente Marco farà un tuffo in un cortile stracolmo di altra gente,  pronta a leggere, scrivere e far di conto... Vuoi mettere la novità e la curiosità?

I vestiti sono quelli giusti per il primo giorno: jeans, camicia e felpa, scarpe rigorosamente non firmate.  

Poi afferra lo zaino: povera mamma, ha tanto penato per trovare questo zaino non firmato, non costoso, non fragile, insomma  uno zaino di buon senso, no?

E un astuccio nuovo: senza cancellina, che è proibita,  senza penne accessoriate, senza evidenziatori super extra, un astuccio di buon senso insomma!

“Mamma!!!” urla Marco. “La colazione è pronta, ma la saltiamo, non facciamo in  tempo. Corriamo  o faremo tardi.”

Nel cortile della scuola tutti ascoltano il discorso del preside: 

“Gentili signori, cari bambini e ragazzi, oggi mi accingo a inaugurare il nuovo anno.  L'inizio però è singolare: rimandiamo a casa gli alunni e, per una settimana, le mamme entreranno in aula, una novità assoluta.  I bambini dovranno sostituire le mamme nelle faccende di casa, così tutti capiranno meglio l’impegno e le fatiche di ciascuno…”

Applauso sommesso degli scolari. Sorrisi timidi delle madri.

Le  mamme sono entrate tutte in classe: Marco tira un sospiro di sollievo: ha fatto tutto il possibile per quel primo giorno di scuola… della mamma!

E ora via! A fare la spesa, il bucato, le pulizie e il pranzo!

Chissà che divertimento sostituire le mamme…
                     
foto da www.manifestosardo.com

Nessun commento:

Posta un commento