Benvenuti ai genitori...e ai bambini!

Questo blog nasce dal desiderio di condividere "lievemente" le gioie, le speranze, le sorprese, le favole e i dubbi che... rallegrano e stimolano le scelte quotidiane dei genitori.

domenica 21 febbraio 2010

Vi ricordate di Alessio, Luca, Elena e Flavio?

I loro genitori hanno scelto di qualificare l’attenzione e i tempi ad essa dedicati e hanno fatto centro!
Hanno rimandato alcune faccende meno importanti, hanno “perso” tempo a giocare con i loro bambini, hanno “rotto” l’elettrodomestico tv, hanno avuto un bisogno irrefrenabile di aggiustare o fare un lavoretto, o fare spese o passeggiate con i “pierini” di turno.
Osservando comportamenti e reazioni, ascoltando frasi spezzate o discorsi impegnativi, suscitando e dimostrando fiducia, hanno scoperto informazioni interessanti sui loro bambini, che nella solita routine non erano emerse così chiaramente.
Luca era assolutamente saturo di attività extrascolastiche, ma non aveva mai avuto un’occasione e il coraggio per dirlo… Voleva invece poter giocare con i suoi amici.
Elena non è una bambina maleducata, ma aveva colto il difficile momento che i suoi genitori stavano attraversando e inconsciamente temeva il peggio per l’unità familiare.
Alessio era in forte ansia per l’attesa un po’ burrascosa del fratellino e Flavio aveva perso il sostegno affettivo del papà, impiegato proprio nel settore editoriale e lontano per lavoro.

Il dialogo fra genitori poi ha immesso nel giusto binario il rapporto con il loro bambino o la loro bambina.
Quante altre piccole o grandi informazioni sui propri figli darà un’attenzione di qualità, matura e perciò efficace!
…E quale utilità questa pratica avrà nell’età della preadolescenza!

pubblicato da Annamaria Gatti

gatti54@yahoo.it


Nessun commento:

Posta un commento