Benvenuti ai genitori...e ai bambini!

Questo blog nasce dal desiderio di condividere "lievemente" le gioie, le speranze, le sorprese, le favole e i dubbi che... rallegrano e stimolano le scelte quotidiane dei genitori.

venerdì 3 febbraio 2012

LA TV ALTERNATIVA DI FILIPPO ovvero: c'è della buona tv?


Quarto capitolo di "Tv che passione!"

di Annamaria Gatti

Illustrazioni di Laura Cortini

Edizioni Effatà

Filippo stanco di giocare da solo, strappa gli altri bambini del quartiere alla tv e si inventa, con l'aiuto di una nuova amica, una tv spettacolo.


Un po’ per curiosità, un po’ perché finalmente c’è qualcosa di nuovo da fare, ecco alle sedici riempirsi l’angolo della piazzetta.

Filippo, travestito da alieno, con le antenne verdi e arancioni si è nascosto dietro un grande scatolone che fa da “quinta”. Guardando impaurito tutti quei ragazzini esclama:

Ehi, quanta gente! E chi ha il coraggio di uscire adesso? Mi prenderanno in giro.

Non mi ricordo più niente… e non sarò più capace di fare niente.”

Mamma e papà sbirciano sospettosi: sono stati ingaggiati come aiutanti per la scenografia e adesso vedono l’autore-attore-regista-produttore…che trema di paura.

La mamma bisbiglia all’orecchio di papà, ma in modo che Filippo possa sentire:

Caro, non ti preoccupare. E’ il normale panico degli attori alla loro prima…”

Anche il signor Riccardo dal suo chiosco, spettatore per forza, data la posizione della sua edicola, gli sorride, proprio come Ollio e gli lancia un OK con la mano, come per dire:

”Vai, che sei forte.”

Elisa è lì vicino e gli grida:

Ehi, che ti prende Fily? Sto soffocando qui dentro!”

Attende il suo turno nella prima storia in cui deve interpretare il comandante di un’astronave in avaria sulla Via Caffè-Lattea.

Filippo la guarda e ride perché Elisa invece sembra proprio una lavatrice!

La paura se ne sta andando; anche Elisa scoppia a ridere e sbuffa.

Filippo finalmente esce sul palco improvvisato al centro della piazzetta.

Ragazzi e ragazze, io sono Filippo e lei è Elisa, benvenuti!”

Un applauso incoraggiante degli spettatori precede la presentazione della scaletta dei programmi “televisivi”, con tanto di colonna sonora registrata, che è un concerto per pentole, sabbia e pompe da bicicletta.

Le storie si susseguono poi sugli sfondi colorati.

I personaggi invadono allegramente i pensieri degli spettatori che qualche volta sono invitati a finire l’avventura o ad aiutare l’eroe a salvarsi, come Filippo aveva visto fare a teatro.

Scoppiano anche in roboanti risate, soprattutto quando gli attori cambiano voce o sbagliano qualche battuta.

Uno scroscio di applausi chiude lo spettacolo di Filippo.

Tutti gli vanno incontro per salutarlo, per presentarsi, per informarsi dove andrà a scuola e dove abita.

In segno di benvenuto gli offrono anche un cucciolo dell’ultima “nidiata” della cockerina dal pelo fulvo.

Qualcuno esagera e gli propone di prendersi anche il fratellino di 4 mesi…

E’ il momento.

Filippo lancia adesso la sua proposta.

Perché non venite a giocare tutti i giorni con Elisa e con me nella piazzetta?”

Sì, sì” gridano in coro i bambini.

Qualcuno rassicura:

Chiederò il permesso alla mamma e poi verrò tutti i giorni!”

Il signor Riccardo propone :

Dite ai vostri genitori che io darò un’occhiata, caso mai vi fossero dei pericoli…”





Nessun commento:

Posta un commento