Benvenuti ai genitori...e ai bambini!

Questo blog nasce dal desiderio di condividere "lievemente" le gioie, le speranze, le sorprese, le favole e i dubbi che... rallegrano e stimolano le scelte quotidiane dei genitori.

domenica 22 maggio 2011

Educazione sessuale 1


C'è bisogno di attenzione.
L'esposizione disinvolta alla programmazione televisiva dei nostri tempi e alle proiezioni in generale, l'uso di internet nelle varie forme a cui accedono spesso senza supervisione e senza condivisione dei genitori o di un adulto di riferimento, ingenera fenomeni sempre più inquietanti, verificati nei nostri bambini.
Dai sette, otto anni in poi, ma l'età e destinata ad abbassarsi, i bambini segnalano sempre più spesso di essere disturbati dai messaggi veicolati su sessualità distorta, che non fa ancora parte del loro vissuto e li getta in baratri di dubbi, inadeguati, che ancora non sono capaci di gestire, nè di comprendere.
Spesso neppure di raccontare.
Non è possibile tergiversare, nè farsi spaventare, in un società così ipersessualizzata. I bambini poi imitano, imitano in continuazione e i messaggi distorti veicolati diventano talvolta, purtroppo, l'unica educazione che danneggia il loro sviluppo affettivo e costruisce ruoli ed identificazioni confuse
Compito dei genitori, ma poi di tutti gli educatori, dovrebbe essere quello di vigilare e di attrezzarsi per dare risposte, per indirizzare, tranquillizzare ed educare ad una sana sessualità.
Non si può demandare ad altri, nè alla scuola, l'educazione sessuale, che deve essere un momento di vita condiviso, appunto, con gioia e serenità con i genitori.
Se preparati con un buon progetto educativo, è più semplice di quel che appare talvolta a genitori dubbiosi e spaventati.
Nè è valido il concetto: tutto a tutti nello stesso modo.
I bambini manifestano il loro bisogno educativo in modi e tempi diversi.

pubblicato da Annamaria Gatti
gatti54@yahoo.it
foto Città Nuova

Nessun commento:

Posta un commento