Benvenuti ai genitori...e ai bambini!

Questo blog nasce dal desiderio di condividere "lievemente" le gioie, le speranze, le sorprese, le favole e i dubbi che... rallegrano e stimolano le scelte quotidiane dei genitori.

giovedì 26 maggio 2011

Ti ascolto attiva-mente 1

Miryam chiede qualche informazione sintetica sull'ascolto attivo.

Immagino che lo pensi esercitato con i bambini.

Quante volte avrete sperimentato l'ascolto attivo nella sua modalità più spontanea, in alcune persone particolarmente empatiche e attente alle relazioni personali!

Infatti è semplicemente una modalità per affrontare i problemi, per appianare la strada alla relazione soddisfacente e gratificante. Chi lo esercita quotidianamente, oltre a studiarlo o apprenderlo, ha anche delle abilità personali.

Ma tutti lo possono imparare! Anzi è auspicabile che diventi una prassi, se lo si vive con soddisfazione. anche se spesso per molti non è immediato. Spesso richiede un buon autocontrollo!!!

Due i cardini su cui si fonda: accogliere l'altro tenendo conto di ciò che pensa e vive e avere fiducia nelle possibilità di soluzione dei problemi e del disagio provato e procurato.


Non è ascoltare passivamente il bambino...

"Coloro che sono stati ascoltati “attivamente” maturano sotto il profilo emotivo, si aprono all’esperienza, stanno meno sulla difensiva, diventano più accettanti e meno autoritari".(Carl Rogers in L'ascolto attivo)

Il bambino con l'ascolto attivo vede aprirsi delle possibilità di conoscersi, di pensarsi positivo, di accogliersi perchè si sente accolto. Innanzitutto.

Anche chi ascolta cambia in meglio: si fa più attento all'altro, si accorge di molti elementi di cui non si era accorto.

Proviamo a fare qualche esempio raccolto dalla vita quotidiana?
Alla prossima!


pubblicato da Annamaria Gatti
gatti54@yahoo.it
Illustrazione di Walter Kostner

Nessun commento:

Posta un commento