Benvenuti ai genitori...e ai bambini!

Questo blog nasce dal desiderio di condividere "lievemente" le gioie, le speranze, le sorprese, le favole e i dubbi che... rallegrano e stimolano le scelte quotidiane dei genitori.

mercoledì 6 ottobre 2010

QUALI E QUANTE ATTIVITA'.... DOPO LA SCUOLA? 1


IL BAMBINO EXTRASCOLASTICO

IL BAMBINO EXTRASCOLASTICO

di Annamaria Gatti

Una sala d’attesa.

Due mamme, un bambino e una bambina annoiati.

“…Poi lo iscrivo al corso di inglese…”

Mamma,” replica il bambino, “non mi piace quel corso, ti prego potrei fare teatro?”

No, no, piuttosto il pianoforte… E poi l’inglese è importante e va approfondito…”

Io invece” precisa l’altra mamma “vorrei che andasse a nuoto, il nuoto le farebbe bene… poi chissà, potrebbe fare agonistica…”

Però a me piace parecchio il baseball, mamma…” sostiene la bambina col sorriso scintillante a causa della protesi dentale.

Sì, ma come la mettiamo con papà e la sua passione per la bicicletta? Forse potresti fare tutte e tre le cose, se non arriva a scuola una maestra che ti carica di compiti!”

In sintesi il dialogo, mentre guardo ansiosa le espressioni dei poveretti, i figli.

In sintesi: bambini, macchine extrascolastiche?

Quali e quante attività dopo la scuola ? Come se la scuola di per sé fosse una passeggiata, con i suoi ritmi…

Ma lei quali e quante attività extrascolastiche consiglia per mio figlio, che ha 5 anni, perché possa crescere equilibrato, sano e in gamba? Molti genitori si stanno interessando per trovare le proposte migliori per i loro figli e anch’io vorrei fare la mia parte” mi chiede una giovane mamma.

Nessuno può dare risposte a questo tipo di domande, proprio perché ci si occupa di bambini, tutti diversi l’uno dall’altro…

Però possiamo scambiarci alcune considerazioni utili. Voi cosa ne pensate?

Al prossimo post!

fonte: www.educare.it

illustrazione: Titti di Looney Tunes e Merrie Melodies della Warner Bros

1 commento:

  1. Difficile scegliere e valutare quali sono le attivita' giuste per un bambino. L'ideale sarebbe seguire le attitudini e le richieste del bambino stesso (insiste a suonare uno strumento? Facciamoglielo provare! Vuole giocare a calcio come tutti i suoi amichetti? Ottima occasione di socializzazione!). Certo e' un po' triste vedere certi bimbi correre tra una lezione e l'altra (musica, danza, ginnastica, coro etc..), senza avere il tempo per giocare! Rischieranno di stancarsi e basta, senza rendere particolarmente bene in nessuna attivita' e senza, forse, appassionarsene.

    RispondiElimina