Benvenuti ai genitori...e ai bambini!

Questo blog nasce dal desiderio di condividere "lievemente" le gioie, le speranze, le sorprese, le favole e i dubbi che... rallegrano e stimolano le scelte quotidiane dei genitori.

venerdì 16 dicembre 2011

COME FAVORIRE L'AUTOSTIMA DEI FIGLI?




"Sei orgoglioso del tuo lavoro a scuola?" Mio figlio doveva rispondere a questa domanda in un questionario sull'autostima e ne è venuto fuori un pandemonio. Lui ha risposto: quasi mai. E noi in casa ci siamo scombussolati. Con tutta la fatica che facciamo da cinqie anni perchè porti a casa un buon giudizio, perchè faccia bene... eccolo qui! Siamo arrabbiati io e mia moglie e ci chiediamo se anche le maestre avrebbero potuto fare qualcosa di meglio. Lui ci pare poco motivato, sempre ad aver bisogno di tutto. Intanto uno dei problemi è il materiale scolastico, che spesso manca, lo dimentica a scuola o a casa e da lì tutta una serie di mancanze.
Papà Mirco

Non sempre i figli rispondono alle nostre aspettative. anzi direi mai e graziealcielo!
"I figli non sono i vostri figli..."
Ma quando il Pierino di turno svela tutta la verità sul suo rapporto con la propria autostima nella realtà scolastica, per esempio, gli siamo grati. Anche se siamo stati ottimi genitori (non infallibili, graziealcielo-bis) e appunto perchè lo siamo stati, ecco che ci siamo adirati al fattaccio e siamo stati attenti.
Altri genitori non si sarebbero scomposti e avrebbero laconicamente osservato che tanto nella vita la scuola non basta per essere ricchi e famosi.
Dunque... Pierino ci ha detto a chiare lettere che così non va e noi e lui corriamo ai ripari.
Punto primo AUTONOMIA: questo alunno frequenta la quinta classe, mi pare, e all'età veneranda di 10 anni deve, e sottolineo
deve, fare da solo alcune cose essenziali, come preparare scrupolosamente il materiale scolastico, preparare i compiti, provvedere a sè... ( provvedere alla persona, organizzare i tempi di gioco e studio, i tempi di aiuto e collaborazione familiare...) Insomma si stabiliscono delle regole precise insieme, ma che vanno poi osservate.
Punto secondo AUTOSTIMA: Pierino non si farà più accudire da mamma e papà e loro dovranno dirglielo a chiare lettere, ammettendo di aver sbagliato fin qui a sostituirsi a lui (perchè? è incapace, ha qualche disabiltà?) perchè non hanno favorito che si sentisse efficace. Sarebbe un errore trattarlo da poppante! Ora sanno con certezza che a queste cose (e occorrerà essere precisi su quali cose!) potrà provvedere lui, in assoluta fiducia dei genitori che comunque monitoreranno le prassi e i risultati. Alcuni ingenui genitori intendono erroneamente le prassi e abbandonano, in un eccesso di rilassatezza e rassicurazione sui miracoli educativi, il controllo, con gravi pericoli di riuscita della strategia.
Punto terzo DIALOGO: ecco ora il momento importante del dialogo. E qui vi rimando ai post del dialogo e dell'ascolto, delle regole e sicurezza, della coerenza, della professione genitori ecc....

Poi vorrei parlare dei compiti, ma credo che aprirò una serie di post sull'argomento, soprattutto se vorrete darmi qualche input..

E che dire delle maestre?
Punto quarto COLLABORAZIONE: coordinate con le insegnanti queste vostre prassi perchè anche loro valorizzino o diano un costo alla risposta per i comportamenti non adeguati di Pierino e un messaggio io... che sposti l'attenzione sul comportamento e non sulla persona!
Punto quinto COSA VALE?: puntare sul positivo comunque!!! i comportamenti inadeguati si estinguono valorizzando quelli adeguati! (Meazzini, ma anche Don Bosco, Padre Pavoni...)


pubblicato da Annamaria Gatti
gatti54@yahoo.it
illustr. da albanesi.it

2 commenti:

  1. Grazie Annmaria! sapienza e competenza!
    Tanino

    RispondiElimina
  2. Grazie per la risposta, che ci è piaciuta molto e che ci ha aperto un nuovo orizzonte, su cui dobbiamo forse rivedere le nostre abitudini educative.
    Grazie per il blog così vario e curato che leggiamo sempre molto volentieri.
    Ci siamo dati i compiti per il week end: rivedremo i precedenti post che ci ha suggerito.

    RispondiElimina