Benvenuti ai genitori...e ai bambini!

Questo blog nasce dal desiderio di condividere "lievemente" le gioie, le speranze, le sorprese, le favole e i dubbi che... rallegrano e stimolano le scelte quotidiane dei genitori.

domenica 26 dicembre 2010

FESTA DI NATALE PER ALBERT. Inizio

Qualche amico mi ha chiesto di raccontare come inizia la storia di Albert. Eccola!

UN NATALE PER ALBERT


CAPITOLO PRIMO

Albert, vieni!”.

King, il fratello più grande, mi chiamava.

Ho salutato la mamma, il papà e gli altri miei nove fratellini, poi sono uscito di corsa fuori dalla capanna. Era mattino presto, ma nel mio paese africano c’era già caldissimo.

Tutti i miei amici erano sulla strada, che taglia il villaggio in due file di capanne di fango e che porta, in poco tempo, al mare.

Erano già tutti lì, ad ammirare la mia opera.

E’ finito…” hanno detto.

Già, ho lavorato tutta la sera” ho sospirato.

Che bello, sembra un tesoro, Albert.”

Il mio tesoro era un insieme di pezzi di latta, fil di ferro e bulloni arrugginiti, raccolti qua e là… un camion con rimorchio, un vero giocattolo, da trainare con una corda rubacchiata in una capanna.

Sei stato bravo Albert, è un bellissimo camion!” hanno ripetuto tutti.

Io sono arrossito di piacere sotto la mia pelle nera. Però, siccome è nera, non mi preoccupo quando arrossisco, perché tanto non se ne accorge nessuno!

Dai tiriamolo! Guardate come corre…”

Fammi provare! Fammi provare…!” gridava il più piccolo.

All’improvviso un rombo di motore ha interrotto il gioco.

Ehi, guardate, c’è Padre Joe! E’ arrivato! Cosa ci avrà portato?” hanno gridato i miei amici.

Padre Joe è un frate della vicina città, che arriva spesso nel mio villaggio e porta tante cose buone... Mamma dice che aiuta le famiglie del villaggio, perché ne abbiamo bisogno.

Salve ragazzi!” ha detto Padre Joe, saltando giù dal suo camioncino. Tutte le notti sognavo di avere un camioncino così, rosso…

Tutti volevano vedere il carico e facevano un gran chiasso.

Io invece ho sollevato il mio camion di latta verso Padre Joe:

Guarda!”

Bravo Albert…è un piccolo capolavoro…” ha osservato il frate stupito. “Se avessi tempo e fossi così bravo, potrei costruire tanti camion da regalare a tutti i miei piccoli amici per Natale.”

“ …Ma cos’è… Natale?” ho chiesto.

Natale è una festa, perché nasce un Dio Bambino.”

Anche quando nasce un fratellino si fa festa…Ma tu stai parlando di Gesù… vero Padre Joe?”

Oh sì…di Gesù.


da "Il Natale di Albert Natale" Edizioni Effatà
di A. Gatti
Illustrazioni di A. Vincenti

Nessun commento:

Posta un commento